x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Digital design days volume 3

Dal 16 al 18 Marzo porte aperte per l’evento clou della digital week...

Uno strepitoso Andy Nyman

Sorprendenti 'Ghost Stories'

Coccole & Shopping

A Castel Romano Designer Outlet per una speciale shopping experience

Scatti di Cinema & Moda a Firenze

Vernissage glamour e grande successo per la mostra fotografica durante Pitti Immagine 2018

Apre le porte Food Bunker

Un innovativo polo gastonomico

TAMMY E IL BENESSERE DEL SONNO

Il materasso ha un new look ed è tutto Made in Italy

Kipling spegne 30 candeline

Sul mercato una capsule dal mood anni ’90…

Hermès apre Silk Milk

Il temporary shop dove la seta incontra il vinile…

Design SOFT & STRONG

Il Design è Double face

Etzy passa al 3D

Il marketplace americano sconfina nel mondo ‘reale’…

Linecheck Festival invade a Milano

Dal 21 al 26 Novembre…

Torna a Milano il Photo Vogue Festival

Quando gli abiti parlano (anche) di politica...

“La bellezza è il risultato, l’uomo è l’incipit”

Intervista a Paolo Rizzatto, l’Architetto che ha regalato a Milano la nuova darsena...

Tiffany apre per colazione

Ecco il blue Box cafè nel flagshipstore di NYC…

Gufram e Fabio Novembre celebrano el dìa de los muertos

Una nuova edizione limitata di Jolly Roger...

The Box

L’Hub milanese che progetta in stile "millenial"…

Lapo Elkann e Garage Italia Customs inaugurano una nuova sede



Carlo Cracco, Lapo Elkann e Michele de Lucchi

di Andrea Vittoria Giovannini

Quando negli anni Cinquanta l’Architetto Mario Baciocchi progettò una stazione di servizio con aree dedicate all’intrattenimento per AGIP su piazzale Accursio non si fece spaventare dal fatto che il lotto era di pianta triangolare, usò invece questa sagoma per dar forma ai sentimenti di quel grintoso periodo disegnando un edificio che, ancora oggi, punta verso il futuro con linee che derivano dallo ‘streamline’ americano anni ’30 ispirate a navi d’epoca e che strizzano l’occhio all’aeronautica. Un set che avrebbe sicuramente catturato l’occhio di Hopper, figuriamoci quello del presidente di Italian Independent.
 
È così che Lapo Elkann, da sempre innamorato del Capoluogo lombardo, ha coinvolto i partner di Garage Italia Customs per acquisire all’asta questo immobile e aprire nella capitale del design la nuova sede del progetto automotive dedicato alla personalizzazione più sofisticata sul mercato. È qui che le mani dei sapienti maestros tornano a far battere il cuore di questo ruggente edificio, sono loro che trasformano in realtà i desideri di clienti che difficilmente si accontentano di limited edition accessibili ai più. In questa officina terra-aria-acqua si può customizzare  un auto, una barca, un elicottero o un aereo e renderlo unico in ogni dettaglio grazie alla sapienza artigianale e alla tecnologia più avanzata.
 
Questo snodo cittadino, punto di riferimento per gli automobilisti che negli anni Cinquanta si spostavano sulla Milano-laghi in direzione relax, trova nuovo splendore grazie al restauro firmato dall’Architetto Michele de Lucchi, da poco diventato anche direttore della magazine Domus, chiamato a salvare questo luogo simbolo della rinascita Italiana e trasformarlo in un monumento alla fantasia per fuoriclasse amanti del bello e del buono concepito in Italia.
 
Nel sogno di Elkann non poteva mancare un bar e una raffinata area food firmata da un nome internazionale della cucina, i piatti di Garage Italia Custom sono infatti firmati dalla brigata dello chef stellato Carlo Cracco che ha confessato di essersi subito innamorato del progetto in quanto: “il binomio motori e cucina è straordinario e assolutamente attuale. Nel mondo delle auto infatti c’è oggi sempre una maggiore ricerca dell’eccellenza, un’attenzione alle esigenze e alle richieste del cliente, al tailor made, all’assoluta qualità della materia prima. Così come avviene nella cucina.”




invia ad un amico