x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it
x
Per informazioni dettagliate sugli abbonamenti contattateci all'email: info@ideamoon.it
F/W 2017-2018 issue
S/S 2017 issue
Summer 2016 issue
Spring 2016 issue
Autumn/Winter issue 2015/2016
SUMMER issue 2015
WINTER issue 2014/15
AUTUMN issue 2014
SUMMER issue 2014
SPRING issue 2014
winter issue 2013
autumn issue 2013
summer issue 2013
spring issue 2013
winter issue
autumn issue
summer issue
Spring Issue

SUBSCRIPTION

RockMantic Millennials

A ragion veduta la parola d'ordine del momento è millennials. Anche i grandi brand del fashion world pensano a loro per collezioni a ritmo con i tempi, parlano a loro attraverso campagne social, condivisioni, tweet, linguaggi urbani e testimonial che sono celebrities ma di seconda generazione: i figli e figlie delle dive delle passerelle anni ’90. Ma chi e come sono i millennials? Sono i nativi degli anni ’80 e ’90. Confinano con la generazione Z di chi ha oggi tra i 7 e i 22 anni. Difficile descriverli del tutto ma di sicuro sono sotto i riflettori. Mille i tentativi di analisi di questo target e altrettante accezioni e sfumature dell’inflazionato termine ‘millenial’. Direi quale tratto comune: si ispirano a icone del passato che hanno lasciato un segno. Miti delle grandi band rock, pop o punk; dive del cinema come leggende che hanno cambiato la moda.
Come chi ha usato tagli e tessuti maschili abbinati a fili di perle e romantiche camelie innovando, stravolgendo e rivoluzionando il futuro. Ebbene non ci crederete ma proprio a Coco Chanel guarda in modo consapevole ed ancor più spesso inconsapevole questa new generation. Sono Rebel Chic, un po’ romantiche e un po’ rockettare per vocazione/necessità. Mixano con naturalezza biker jacket, borchie, paillettes e fiori pastello, sono sofisticate e attente al più piccolo dettaglio. Un frullato di generi ed epoche che traducono l’era dei post ad ogni ora e in ogni occasione (anche in quelle più improbabili e infelici). Davvero triste vedere 4 amiche al tradizionale rito dell’aperitivo tutte a chattare piuttosto che a conversare davvero. Eccessi di connessione e sguardo basso sempre allo smartphone ovunque e comunque: in metro, in treno, per strada, a tavola. Una speranza e una preghiera: alzate gli occhi e guardatevi, parlate e sorridete davvero non con un emoticon.
Questo il tip di Fashion files per il nuovo anno: smart e social detox time!