x
L'app di Fashion Files sarÓ disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







SVR celebra lĺAvocado day

La rivoluzionaria Swatch what if collection

I primi orologi quadrati di Casa Swatch

Sogno di una notte di mezza estate, a tavola

Sfila "Me, Myself and I"

Rose&Tulipani in tavola

ItalianitÓ, colore e stile

L'Occitane celebra l'Earth Day

Con il Balsamo solidale alla Verbena

Ai Caraibi senza passaporto? Si pu˛

Alla scoperta di Guadalupa e Martinica

Angelina Jolie e Guerlain Women for Bees

Urban Vision racconta il cammino delle donne

Breil svela la nuova campagna 'the Passengers '

In forma prima e dopo i 50 anni

VERSACE ALCHEMY ED arriva la bella stagione

Va in scena la Milano Fashion Week

Arriva la capsule GUESS ECO

i Metiers d'Art Chanel sfilano a Dakar

La rivoluzione Urban Fitness

Melania Trump e il primo outfit



di Andrea Vittoria Giovannini
 
Per alcuni i passaggi di consegne tra presidenti parlano di giuramenti e discorsi carichi di contenuti tutti da verificare, per altri l’attenzione scivola su ‘dettagli’ meno centrali ma senz’altro degni di riflessione. L’insediamento del 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America porta con se’, necessariamente, anche un cambio di first lady che verrà passata sotto al detector di ogni fashion blogger al mondo e di ogni autorevole rivista di moda, basti pensare che Michelle Obama venne scelta per posare in copertina da Anna Wintour poco dopo la prima elezione di suo marito e, di nuovo, appare in splendida forma, sempre per VOGUE America, ritratta in una candida creazione di Carolina Herrera.
 
La coppia Trump non accende gli stessi entusiasmi: tanto per cominciare Donald J Trump, che da poche ore ricopre ufficialmente la sua carica, aveva avuto seri problemi per stanare un artista disposto a legare la propria immagine a lui durante un momento così importante per tutta l’America, ricordiamo i ‘no’ di Celine dion, Adele, John Legend e le porte gentilmente chiuse in faccia anche oltre oceano da Andrea Bocelli e dai ragazzi del Volo! Anche il mondo della moda ha riservato alla sua consorte un’accoglienza moto lontana da quella che ci si aspetterebbe per una donna con quel tipo di visibilità, fatto sta che secondo rumors di corridoio sarebbero rimasti in corsa Chanel e Ralph Lauren fino all’ultimo e che, come tutti ormai sappiamo, la scelta è ricaduta sul disigner Americano.
 

Melania Trump si è presentata da Michelle con uno chignon raccolto avvolta in un completo Sky Blue che consiste di una giacca in cashmere sovrapposta ad un abito a collo di tartaruga dove i guanti lunghi in suede si coordinano con la clutch e il decollete che, nell’ensemble, ricordava molto l’eleganza della First Lady per definizione, lei che dello stile ha fatto un suo marchio di fabbrica al punto che Hermes battezzò una delle sue creazioni più raffinate proprio ‘Jackie o’.
 
E mentre il web impazzisce per l’espressione di Michelle Obama mentre riceve il regalo di Melania ironizzando sul contenuto del pacchetto di Tiffany’s un pensiero va ad Hillary Clinton, anche lei in Ralph Lauren per la cerimonia! Ricordo poi come velocemente si mosse la rete nel trovare i palesi passaggi clone dei discorsi tenuti da Michelle e Melania durante la campagna dei rispettivi mariti, e ora che anche in fatto di moda abbia scelto lo stesso stilista della rivale Hillary, per Melania la strada da tracciare come First Lady sembra tutt’altro che in discesa. Confrontarsi con la Signora Obama non deve essere affatto cosa facile in tema di moda, ma aspettiamo e vedremo come, e se, saprà farci ricredere.


invia ad un amico