x
L'app di Fashion Files sarā disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Untags č unica come te

Quando il padel diviene glamour

Le tante virtų dell’ananas

Arrivano le sneakers Manila Grace

Alviero Martini porta la Sardegna al polso

Obag for Ukraine

La bella stagione č a tutto colore!

La prima collezione Blumarine Fine Jewelry

YOGA en plein air con Hanro

GLI INCOTRI DI CHANEL COCO CRUSH

SWATCH E L'Arte contemporanea

Questo č il tempo di Nefele

La virtual influencer dā voce alle imperfezioni e normalizza gli standard di bellezza

Missione congiunta: Rosa Venere o Celeste Urano in BIOCERAMIC MoonSwatch

Il colore del 2022 č un blu pervinca

Per chi sogna New York e il suo eclettismo

Lo stile verde in casa di Sonia Santella

THE MUSIC OF STRANGERS


Yo-Yo Ma e i Musicisti della Via della Seta


 

Che cosa ci fanno insieme una suonatrice di cornamusa galiziana, un solista e compositore siriano, una virtuosa dello strumento della pipa, un acclamato musicista persiano e una serie di altri incredibili talenti musicali di mezzo mondo? Semplice: fanno la rivoluzione. A suon di note, di performance, di studio e di crescita personale e professionale di gruppo. Un collettivo internazionale, straordinariamente vivace e multiculturale, creato dal celebre violoncellista Yo-Yo Con lo scopo dichiarato di oltrepassare i confini geografici, unire le diverse culture e aspirare a un mondo realmente migliore, per gli stessi artisti e per il pubblico che da anni li ascolta rapito a ogni rappresentazione. Noi abbiamo visto il film in anteprima, e davvero in “Yo-Yo Ma e i Musicisti della Via della Seta – The Music of Strangers”, commuove e conquista la passione, la perseveranza, la pazienza, l’amicizia, la fraternità che uniscono questi meravigliosi uomini e donne, eccellenti come esecutori ognuno del loro strumento, e allo stesso tempo pronti a cedere agli altri il proprio sapere per formare un unicum in progress. Morale: si esce dalla sala permeati da questo creativo e meraviglioso e sensibile modo di vivere e di cogliere il senso più vero della fratellanza tra simili. Un inno alla pace, quella vera, viene da persone che hanno vissuto i dolori delle guerre e delle rivoluzioni, quelle vere. A loro, ai magnifici Musicisti del Silk Road Ensemble, il ringraziamento di chi ha avuto la fortuna di assistere a concerti che superano il concetto stesso di musica. Per entrare in un’altra dimensione. Dal 24 novembre al cinema. 

 

Susanna Tanzi

 


invia ad un amico