x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Elisabetta Canalis in Intimissimi Ultralight with Cashmere

Un tuffo nel 1984 con al polso la Bioceramic Swatch

L’estate è più cool con SwatchPay!

Arriva la prima collezione IKEA streetwear

Angèle e i suoi occhi protagonisti in Chanel

Il fenomeno Primark conquista l’Italia

nuovo e suggestivo store Veralab nella Città Eterna

La rivoluzione di Swatch continua con BIOCERAMIC

Coco Chanel incontra Geronimo Stilton

La special collection Swatch che celebra l'arte del MoMA

‘Le Asimmetrie del Tempo’ di Accademia Koefia

It’s DETOX TIME

Amore è ...una romantica colazione a letto

Milano Fashion Week Women’s Collection

Manila Grace e la sua Poppy bag

Il tempo dell'amore di Alviero Martini

THE MUSIC OF STRANGERS


Yo-Yo Ma e i Musicisti della Via della Seta


 

Che cosa ci fanno insieme una suonatrice di cornamusa galiziana, un solista e compositore siriano, una virtuosa dello strumento della pipa, un acclamato musicista persiano e una serie di altri incredibili talenti musicali di mezzo mondo? Semplice: fanno la rivoluzione. A suon di note, di performance, di studio e di crescita personale e professionale di gruppo. Un collettivo internazionale, straordinariamente vivace e multiculturale, creato dal celebre violoncellista Yo-Yo Con lo scopo dichiarato di oltrepassare i confini geografici, unire le diverse culture e aspirare a un mondo realmente migliore, per gli stessi artisti e per il pubblico che da anni li ascolta rapito a ogni rappresentazione. Noi abbiamo visto il film in anteprima, e davvero in “Yo-Yo Ma e i Musicisti della Via della Seta – The Music of Strangers”, commuove e conquista la passione, la perseveranza, la pazienza, l’amicizia, la fraternità che uniscono questi meravigliosi uomini e donne, eccellenti come esecutori ognuno del loro strumento, e allo stesso tempo pronti a cedere agli altri il proprio sapere per formare un unicum in progress. Morale: si esce dalla sala permeati da questo creativo e meraviglioso e sensibile modo di vivere e di cogliere il senso più vero della fratellanza tra simili. Un inno alla pace, quella vera, viene da persone che hanno vissuto i dolori delle guerre e delle rivoluzioni, quelle vere. A loro, ai magnifici Musicisti del Silk Road Ensemble, il ringraziamento di chi ha avuto la fortuna di assistere a concerti che superano il concetto stesso di musica. Per entrare in un’altra dimensione. Dal 24 novembre al cinema. 

 

Susanna Tanzi

 


invia ad un amico