x
L'app di Fashion Files sarÓ disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







SVR celebra lĺAvocado day

La rivoluzionaria Swatch what if collection

I primi orologi quadrati di Casa Swatch

Sogno di una notte di mezza estate, a tavola

Sfila "Me, Myself and I"

Rose&Tulipani in tavola

ItalianitÓ, colore e stile

L'Occitane celebra l'Earth Day

Con il Balsamo solidale alla Verbena

Ai Caraibi senza passaporto? Si pu˛

Alla scoperta di Guadalupa e Martinica

Angelina Jolie e Guerlain Women for Bees

Urban Vision racconta il cammino delle donne

Breil svela la nuova campagna 'the Passengers '

In forma prima e dopo i 50 anni

VERSACE ALCHEMY ED arriva la bella stagione

Va in scena la Milano Fashion Week

Arriva la capsule GUESS ECO

i Metiers d'Art Chanel sfilano a Dakar

La rivoluzione Urban Fitness

TRIBUTE TO ELSA



Elsa Schiaparelli, viene considerata tutt’oggi una pioniera del prêt-à-porter, per la sua straordinaria inventiva, gusto e innovatività, nonché per aver reinventato la moda, mettendo in piedi i primi “show”, le sfilate, o per aver destrutturato l’idea di donna “chiusa” nei propri abiti, introducendo le cerniere a vista. Amante dei tessuti inusuali, delle decorazioni e dei colori sgargianti, come il rosa shocking da lei inventato, ha rotto gli schemi, ispirando negli anni, artisti in tutti i campi, tra cui Salvador Dalì, con il quale ha collaborato dando vita alle celebri creazioni come l’aragosta dipinta sulla gonna di un abito bianco o la Scarpa-cappello. Il suo giocare con volumi e tessuti ha generato l’ “abito scheletro”, nel quale il tessuto matelassé simulava colonna vertebrale e costole umane. 

Proprio al suo surrealismo, alla voglia di andare oltre, al suo senso del meraviglioso libero dal controllo della ragione e della morale, nonché alla sua classe e innato gusto, Catuma dedica una special edition. Come lei, che amava sbizzarrirsi con i materiali, tra cui il vetro con il quale realizzò un abito, o il plexiglass, con il quale forgiò bijoux visionari per l’epoca, il marchio mixa materiali e stili e gioca con gli intarsi e le decorazioni, ponendo insieme acciaio, ottone e pietra, declinata ovviamente nel suo colore prediletto: il rosa. 

La special edition “Tribute to Elsa”, presenta un’anima in acciaio, con frontale in sottile e impercettibile ardesia rosa: quaranta pezzi unici, arricchiti da una decorazione in ottone posta su un lato del frontale che ricorda i ricami presenti nelle collezioni degli anni ‘30 della stilista. 

La special edition “Tribute to Elsa” fa da apripista alla nuova collezione che Catuma presenterà a settembre 2015: una serie di occhiali caratterizzati dall’ormai inimitabile stile del brand, fatto di arditi accostamenti, artigianalità e innovazione: struttura in acciaio e frontale di pietra accostata a bordure in legno naturale, prodotte interamente a mano.I terminali delle aste saranno questa volta in acetato per consentire una perfetta regolabilità delle stesse, in modo da adattarsi a tutte le forme di viso. 

Il brand inoltre, ha deciso di far precedere le prossime collezioni sempre da una capsule dedicata a una donna che, attraverso arte, moda o peculiarità caratteriali, ha fatto la storia dei nostri giorni. Dopo Frida e Elsa Schiaparelli, la prossima special edition sarà infatti dedicata a Eileen Gray, designer di mobili e architetto irlandese. 

 


invia ad un amico