x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Elisabetta Canalis in Intimissimi Ultralight with Cashmere

Un tuffo nel 1984 con al polso la Bioceramic Swatch

L’estate è più cool con SwatchPay!

Arriva la prima collezione IKEA streetwear

Angèle e i suoi occhi protagonisti in Chanel

Il fenomeno Primark conquista l’Italia

nuovo e suggestivo store Veralab nella Città Eterna

La rivoluzione di Swatch continua con BIOCERAMIC

Coco Chanel incontra Geronimo Stilton

La special collection Swatch che celebra l'arte del MoMA

‘Le Asimmetrie del Tempo’ di Accademia Koefia

It’s DETOX TIME

Amore è ...una romantica colazione a letto

Milano Fashion Week Women’s Collection

Manila Grace e la sua Poppy bag

Il tempo dell'amore di Alviero Martini

OPSOBJECTS PRESENTA OPS!TRÉsOR GOLD LIMITED EDITION



Il 18 Novembre presso la Fondazione Umberto Veronesi a Milano si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto che vede Opsobjects con il nuovo bracciale OPS!TRÉSOR LIMITED EDITION al fianco della Fondazione Veronesi e il Cesvi nell'iniziativa Women profile for Africa, per la lotta al tumore del collo dell'utero in una delle aree del mondo dove la malattia è ancora un flagello, la Repubblica Democratica del Congo.

 

Con il bracciale OPS!TRÉSOR GOLD LIMITED EDITION, la Onlus del marchio Opsobjects finanzierà un anno di perfezionamento formativo dell’anatomopatologa Cathy Mulumba, che lavora all'Ospedale Provinciale di Kinshasa “Mama Yemo” ed è una figura chiave di Women Profile for Africa in qualità di medico di riferimento nella lettura diagnostica dei test. La dottoressa era presente all’incontro stampa assieme Annamaria Parola, Responsabile dei progetti di internazionalizzazione, dei Rapporti con le Istituzioni e dei Progetti Internazionali per la Fondazione Umberto Veronesi, oltre che coordinatore della segreteria tecnico-scientifica del Comitato Etico e segretario del Comitato Scientifico. Dal 2009 al 2013 Project Leader di Science for Peace, Nel panel relatori anche Paolo Duranti, General Manager di CESVI, da due anni Fondazione Onlus impegnata nella realizzazione di progetti di emergenza e sviluppo in 24 paesi del Sud del Mondo e in Italia, Elena Penco, Responsabile della Logistica del progetto in Congo per CESVI, con dieci anni di esperienza nell’ambito della cooperazione internazionale e Paolo Giglio, Presidente di OPSOBJECTS ONLUS, manager con solida esperienza di respiro internazionale in tutti gli aspetti nel settore fashion e accessori: dal design alla produzione, dalle licenze al commerciale, che ha dichiarato “siamo felici di poter sostenere un’attività così nobile e preziosa come quella condotta dalla Dottoressa Mulumba. La nostra Onlus è nata con la volontà di OPSOBJECTS di assumersi un impegno anche nel sociale. Oggi non è possibile per un’azienda proporre prodotti alla propria consumatrice senza aiutarla a migliorare la sua vita. E’ un modo per ringraziarla della fiducia accordata la brand”.

 

Il progetto Women profile for Africa, avviato a ottobre 2014 da Cesvi e Fondazione Umberto Veronesi in collaborazione con Patologi Oltre Frontiera, prevede una capillare strategia di prevenzione e diagnosi del tumore al collo dell’utero, big killer in Congo RDC e causa principale di morte per cancro fra le donne africane. Per dimezzare la mortalità dovuta a questa patologia, che diagnosticata in fase avanzata lascia poche speranze di vita, basterebbe infatti un test di screening come un semplice pap test.

Il nuovo progetto si avvale della sinergia tra l’attività medico scientifica della Fondazione Umberto Veronesi e l’esperienza di cooperazione internazionale di Cesvi. Obiettivi: l’avvio di una campagna di screening a livello nazionale, una intensa attività di formazione del personale locale e l’introduzione di un protocollo sanitario nazionale, in modo che il paese possa proseguire autonomamente nell’attività di prevenzione.

 

THE OPSOBJECTS ONLUS dà così il suo concreto contributo a un’iniziativa nata per far sì che la salute della donna nella Repubblica Democratica del Congo diventi un diritto. Una conferma dell’impegno da parte della ONLUS nei confronti del mondo femminile, scegliendo di contribuire alla formazione di un medico donna che a sua volta metterà a frutto il proprio talento, le proprie capacità e risorse a favore di altre donne.

 



invia ad un amico