x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Elisabetta Canalis in Intimissimi Ultralight with Cashmere

Un tuffo nel 1984 con al polso la Bioceramic Swatch

L’estate è più cool con SwatchPay!

Arriva la prima collezione IKEA streetwear

Angèle e i suoi occhi protagonisti in Chanel

Il fenomeno Primark conquista l’Italia

nuovo e suggestivo store Veralab nella Città Eterna

La rivoluzione di Swatch continua con BIOCERAMIC

Coco Chanel incontra Geronimo Stilton

La special collection Swatch che celebra l'arte del MoMA

‘Le Asimmetrie del Tempo’ di Accademia Koefia

It’s DETOX TIME

Amore è ...una romantica colazione a letto

Milano Fashion Week Women’s Collection

Manila Grace e la sua Poppy bag

Il tempo dell'amore di Alviero Martini

FASHION MODA



In occasione della settimana della moda, Camera Nazionale della Moda Italiana in collaborazione con Open Care - Servizi per l’arte, Palazzo del Ghiaccio e NABA - Nuova Accademia di Belle Arti Milano, aprirà le porte del Palazzo dei Giureconsulti, nel cuore storico di Milano, per trasformarlo in un workshop d’artista, uno spazio creativo e performativo tra arte e moda, interamente “made in Italy”.

 

Fashion designer selezionati da Camera Nazionale della Moda Italiana e studenti del Biennio Specialistico in Arti Visive e Studi Curatoriali, diretto da Marco Scotini, di NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano, saranno insieme all’insegna del “mutual learning” per promuovere un’esperienza creativa nuova, trasversale e interattiva.

 

Il gruppo di giovani artisti e curatori, coordinati dalla docente NABA Elvira Vannini, svilupperà un progetto performativo workshop-based e un display espositivo, ispirandosi alle collezioni degli stilisti emergenti. Al laboratorio parteciperanno gli stessi stilisti e i visitatori, attivando uno scambio di pratiche, esperienze e linguaggi, come stimolo per le creazioni di tutti i partecipanti e come occasione per costruire un dialogo attraverso i dispositivi scenici e spaziali della performance contemporanea.

 

Simbolicamente ispirato all’omonimo storefront aperto nel 1979 a New York e definito un “artist-run alternative space”, uno spazio di produzione ed esposizione artistica gestito da un collettivo di artisti, il progetto Fashion Moda trae spunto anche dalle più recenti e locali apparizioni di temporary shop e guerrilla store.



invia ad un amico