x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Elisabetta Canalis in Intimissimi Ultralight with Cashmere

Un tuffo nel 1984 con al polso la Bioceramic Swatch

L’estate è più cool con SwatchPay!

Arriva la prima collezione IKEA streetwear

Angèle e i suoi occhi protagonisti in Chanel

Il fenomeno Primark conquista l’Italia

nuovo e suggestivo store Veralab nella Città Eterna

La rivoluzione di Swatch continua con BIOCERAMIC

Coco Chanel incontra Geronimo Stilton

La special collection Swatch che celebra l'arte del MoMA

‘Le Asimmetrie del Tempo’ di Accademia Koefia

It’s DETOX TIME

Amore è ...una romantica colazione a letto

Milano Fashion Week Women’s Collection

Manila Grace e la sua Poppy bag

Il tempo dell'amore di Alviero Martini

Gli italiani e gli orologi


Secondo la nona edizione della indagine annuale sugli acquisti di orologi da polso in Italia effettuata da GfK Retail & Technology per conto di Assorologi, nel corso del 2013 gli italiani hanno acquistato 6,5 milioni di orologi, per un valore di 1,15 miliardi di euro.

assorologi/swatch_pastry_fashionfiles
 
Dalla ricerca emergono trend singolari. Se prosegue infatti il trend negativo in termini di numero di pezzi venduti, si registra una leggera crescita di valore, con un prezzo medio che sale dai 163 ai 174 euro, in particolare sui modelli da uomo. Gli italiani preferiscono gli orologi con movimenti a quarzo e con cassa in acciaio, con un percentuale rispettivamente  dell’ 84% e del 74,3%, mentre sono in flessione quelli con cassa in
materiale plastico, gomma, silicone. All’intramontabile cinturino in metallo, di cui però scende il valore, si affianca quello in pelle, mentre subiscono un calo i cinturini in plastica, resina e silicone. Per quanto riguarda i modelli, scende la quantità di “solo tempo” spodestati da prodotti cronografo/multifunzione
 
Il mercato non presenta particolari sorprese. I canali di vendita preferiti restano le Gioiellerie e le Orologerie, che salgono di valore. I negozi monomarca crescono a discapito della grande distribuzione. Alla crescita di volume dell’ e-commerce e delle aste on line corrisponde un vistoso calo di valore. Infine acquisti finalizzati al regalo ad un’altra persona e acquisti fatti per se stessi sono equamente ripartiti. La decisione di acquisto continua ad essere strettamente connessa al design mentre perde di importanza la variabile prezzo (che passa dal 37,8% del 2012 al 30%).
 
Cresce in misura molto significativa la Brand awareness che passa dal 31,2% rilevato lo scorso anno al 37%.
 
«Mi sembra che a fronte di una crisi senza precedenti, il comparto dell’orologeria in Italia abbia saputo reagire bene, confermandosi uno dei mercati più importanti del mondo - afferma il Presidente ASSOROLOGI Mario Peserico. I dati in nostro possesso dimostrano che il mercato italiano sta assorbendo una minore quantità di orologi, ma anche che il valore degli orologi venduti è più alto. Se il “Sistema Paese” riuscirà finalmente ad adottare misure in grado di incentivare i consumi e alleggerire la pressione fiscale, potremo affrontare il futuro con prospettive incoraggianti».
 


invia ad un amico