x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Elisabetta Canalis in Intimissimi Ultralight with Cashmere

Un tuffo nel 1984 con al polso la Bioceramic Swatch

L’estate è più cool con SwatchPay!

Arriva la prima collezione IKEA streetwear

Angèle e i suoi occhi protagonisti in Chanel

Il fenomeno Primark conquista l’Italia

nuovo e suggestivo store Veralab nella Città Eterna

La rivoluzione di Swatch continua con BIOCERAMIC

Coco Chanel incontra Geronimo Stilton

La special collection Swatch che celebra l'arte del MoMA

‘Le Asimmetrie del Tempo’ di Accademia Koefia

It’s DETOX TIME

Amore è ...una romantica colazione a letto

Milano Fashion Week Women’s Collection

Manila Grace e la sua Poppy bag

Il tempo dell'amore di Alviero Martini

Etica ed estetica


Il trend emerso dalle passerelle internazionali è quello di coniugare etica ed estetica, non solo i tessuti sono oggetto di attenzione ma anche le metodologie di confezione dei capi e degli accessori.

Greenpeace, che da sempre si batte per il rispetto dell’ambiente, lancia una sfida: portare i brand a produrre senza gravare sulla deforestazione e senza inquinare le falde acquifere. Non a caso, Canepa, produttore tessile per le griffe più importanti, si impegna in una iniziativa eco-friendly : utilizzare sostanze alternative a quelle chimiche pericolose.

mich_dulce_fashionfile

Fanno eco le capitali della moda europee con iniziative differenti ma accomunate dallo stesso tema. Il British Fashion Council ha promosso la moda sostenibile durante l’ultima London Fashion Week, con l’iniziativa Estethica, che prevede l’impiego dei tessuti biologici, con declinazioni inaspettate. People Tree utilizza solo tessuti biologici certificati Gots (Glogal Organic Textile Standard), la Bottletop crea borse a partire dalle linguette metalliche delle lattine, Mich Dulce – stilista originaria delle Filippine- crea i suoi cappelli a partire dal T’nalak – tessuto derivato dalla canapa.

Silvia-Massacesi-fashionfiles

Dal suo canto Milano, con la fiera So Critical So Fashion, sensibilizza l’opinione pubblica, anche attraverso le borse di Silvia Massacesi, realizzate in carta e sughero.

CANGIARI_fashionfiles

A Parigi invece sfila Cangiari, brand italiano che utilizza tessuti bio colorati in modo naturale. La linea è prodotta in Calabria, non a caso l’etimologia del marchio in dialetto è “cambiare”. Il brand è stato protagonista dell'ultimo numero di Fashion Files con un articolo dedicato.



invia ad un amico