x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Elisabetta Canalis in Intimissimi Ultralight with Cashmere

Un tuffo nel 1984 con al polso la Bioceramic Swatch

L’estate è più cool con SwatchPay!

Arriva la prima collezione IKEA streetwear

Angèle e i suoi occhi protagonisti in Chanel

Il fenomeno Primark conquista l’Italia

nuovo e suggestivo store Veralab nella Città Eterna

La rivoluzione di Swatch continua con BIOCERAMIC

Coco Chanel incontra Geronimo Stilton

La special collection Swatch che celebra l'arte del MoMA

‘Le Asimmetrie del Tempo’ di Accademia Koefia

It’s DETOX TIME

Amore è ...una romantica colazione a letto

Milano Fashion Week Women’s Collection

Manila Grace e la sua Poppy bag

Il tempo dell'amore di Alviero Martini

Nadège Winter e Timberland


Nadège Winter è la donna che molte di noi vorrebbero essere: bella, impegnata, iperattiva, creativa e ricercata da moltissimi brand non per il aspetto ma per la sua caparbietà. Blogger e stilista, un tempo direttrice della comunicazione della boutique Colette in rue Saint-Honoré a Parigi e del Palais de Tokyo, fondatrice del Big Festival di Biarritz e del Brunch Bazar, evento amatissimo dalle fashioniste eologiste: tutto questo è Nadège Winter, oggi firma della nuova interpretazione dello scarponcino Timberland più famoso, il Classic 6 Yellow Boot. Praticamente un mito, reinterpretato con classe e ironia, nel rispetto della linea classica e della sua storia.



Insieme a Traid (Textile Recycling for Aid and International Development), un’organizzazione no-profit inglese che raccoglie e ricicla abbigliamento usato destinandolo ai charity shop o dando nuova vita a capi che non vogliamo più indossare, la Winter ha ideato un look femminile e vezzoso, in edizione rigorosamente limitata (1.000 esemplari unici, singolarmente numerati).
Uno dei modelli più noti e longevi del marchio di calzature si impreziosisce grazie ad inserti di deliziosi tessuti con stampe liberty e dal sapore vintage. “Ho trascorso parecchi giorni in un grande capannone alla periferia di Londra; ho frugato dappertutto, con guanti di plastica, per recuperare vestiti ma anche tende e tessuti di arredamento” afferma Nadège. “Lo scarponcino Timberland che porta la mia firma si adatta a diversi tipi di ragazza: alle adepte del tubino nero che possono indossarlo anche la sera in versione chic, ma anche a un look rap, con leggings e giubbotto di pelle. Io ho optato per gonna lunga e pull oversize”.
 


Desacralizzazione e reinterpretazione del lusso, emancipazione dalle materie, riuso e buon gusto per un nuovo approccio con l’ecologia protagonista e applicata alla moda.
 
 

invia ad un amico