x
L'app di Fashion Files sarā disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Untags č unica come te

Quando il padel diviene glamour

Le tante virtų dell’ananas

Arrivano le sneakers Manila Grace

Alviero Martini porta la Sardegna al polso

Obag for Ukraine

La bella stagione č a tutto colore!

La prima collezione Blumarine Fine Jewelry

YOGA en plein air con Hanro

GLI INCOTRI DI CHANEL COCO CRUSH

SWATCH E L'Arte contemporanea

Questo č il tempo di Nefele

La virtual influencer dā voce alle imperfezioni e normalizza gli standard di bellezza

Missione congiunta: Rosa Venere o Celeste Urano in BIOCERAMIC MoonSwatch

Il colore del 2022 č un blu pervinca

Per chi sogna New York e il suo eclettismo

Lo stile verde in casa di Sonia Santella

Bollicine e architettura con Campari!


L’architetto Mario Botta è salito in cattedra tra le pareti di un edificio di sua progettazione, la sede di Sesto San Giovanni di Campari.



Mercoledì 3 ottobre è stato lui l’oratore protagonista della lectio magistralis intitolata “Architettura, oggetto e immaginario: tre dimensioni della forma”, parte del ciclo di incontri “Conversazioni con…”, il primo di una serie di appuntamenti culturali organizzati da Galleria Campari e aperti a tutti coloro che cercano un confronto con le personalità di spicco del panorama artistico, architettonico contemporaneo. Botta ha indagato il tema della forma nello spazio: da quella architettonica del nuovo building Campari a quella dell’oggetto della bottiglietta Camparisoda di Fortunato Depero, fino alla forma simbolica dell’immaginario, della socialità e della comunicazione.



Inoltre, fino al 21 dicembre 2012 la Galleria Campari accoglie la mostra curata da Marina Mojana “Camparisoda 80 anni e non sentirli: da Fortunato Depero a Franz Marangolo, da Guido Crepax a Franco Scepi, la storia di un’icona senza tempo”, dedicata al compleanno di Camparisoda che quest’anno festeggia 80 anni.



invia ad un amico