x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Elisabetta Canalis in Intimissimi Ultralight with Cashmere

Un tuffo nel 1984 con al polso la Bioceramic Swatch

L’estate è più cool con SwatchPay!

Arriva la prima collezione IKEA streetwear

Angèle e i suoi occhi protagonisti in Chanel

Il fenomeno Primark conquista l’Italia

nuovo e suggestivo store Veralab nella Città Eterna

La rivoluzione di Swatch continua con BIOCERAMIC

Coco Chanel incontra Geronimo Stilton

La special collection Swatch che celebra l'arte del MoMA

‘Le Asimmetrie del Tempo’ di Accademia Koefia

It’s DETOX TIME

Amore è ...una romantica colazione a letto

Milano Fashion Week Women’s Collection

Manila Grace e la sua Poppy bag

Il tempo dell'amore di Alviero Martini

Ceramica e stoffa per un nuovo design


La giovane designer israeliana Rachel Boxnboim, dalla sua tesi di laurea alla Bezalel Academy of Art and Design, presenta una collezione di tazze, piatti, brocche e contenitori davvero unica e particolare. Per prima cosa ha creato degli stampi cuocendo tessuti lavorati a maglia e pezzi di panno.



Poi ha colato la ceramica al loro interno. Una volta essiccata, su tazze, teiere e zuccheriere è rimasta impressa, come un decor, la texture dei tessuti impiegati ed è nato così il servizio Alice, una sorta di vero e proprio calco del materiale in cui viene trasferito ogni piccolo dettaglio, dalla cucitura all’intreccio, mantenendo l’aspetto morbido delle stoffe. Il processo di produzione inoltre è rigorosamente hand-made perché lo stesso modello viene ritagliato nelle sue componenti direttamente sulla tela e quindi assemblato con la macchina da cucire.



Con questo progetto ho voluto ricreare un nesso tra un materiale morbido (il tessuto) e un materiale duro (la ceramica), preservando tutte le qualità tattili ed estetiche del tessile” – spiega la designer. “La ceramica assume così l’aspetto della stoffa, il pattern della sua trama e delle sue cuciture e si presenta alla fine come una sorta di panno indurito”.
Il progetto ha fatto parte dell’esposizione Design Bonanza, che la Bezalel Academy di Gerusalemme ha presentato a Lambrate Ventura, durante l’ultimo Salone del Mobile di Milano.

invia ad un amico