x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Torna a Milano il Photo Vogue Festival

Quando gli abiti parlano (anche) di politica...

“La bellezza è il risultato, l’uomo è l’incipit”

Intervista a Paolo Rizzatto, l’Architetto che ha regalato a Milano la nuova darsena...

Tiffany apre per colazione

Ecco il blue Box cafè nel flagshipstore di NYC…

Lapo Elkann e Garage Italia Customs inaugurano una nuova sede

L’officina delle meraviglie apre a Milano…

Gufram e Fabio Novembre celebrano el dìa de los muertos

Una nuova edizione limitata di Jolly Roger...

The Box

L’Hub milanese che progetta in stile "millenial"…

Hemp Embassy

L’ambasciata della Canapa si trova a Milano...

‘Wallcoverings01 MissoniHome’

Jannelli&Volpi incontra Missoni e veste le pareti con stile…

Sergio Tacchini rilancia l’iconica Ghibli

Torna la storica tracktop resa celebre da Mc Enroe…

50 anni di IED

Una mostra e non solo per una ricorrenza speciale…

Moleskine e Lettera 27, da oggi insieme come Moleskine Foundation

“vogliamo ispirare nuove generazioni di pensatori”...

Un caffè con Oliver Glowig

Incontro con lo chef più riservato della guida Michelin…

Luci, motore, design

Al via il V Milano Design Film Festival dal 19 al 22 ottobre...

Il “messaggio nella bottiglia” di Paola Albini

Incontro con la nipote dell’Architetto-designer che ha rivoluzionato il pensiero del XX secolo…

Prada Rong Zhai

Apre la nuova Fondazione Prada a Shanghai...

Giovanna Castiglioni, una donna di Design

Intervista alla figlia di Achille che voleva scoprire cosa ci fosse dalla terra in giù…

Torino si accende di design con Operae



di  Andrea Vittoria Giovannini
 
Inaugura l’ottava edizione della fiera dedicata al design indipendente e da collezione, un’iniziativa ormai ampiamente acclamata a livello internazionale dove il design contemporaneo viene valorizzato e promosso tra gallerie aziende e istituzioni. Un vero e proprio hub creativo dove le idee trovano forma e respiro per essere condivise su ogni piattaforma che possa fare da cassa di risonanza.
 
La fiera dal titolo Why design si propone di fotografare l’articolato scenario del design da collezione grazie a due sezioni che avevano già raccolto consensi trasversali nella passata edizione e, proprio per questo, sono stati riproposti: Designer e Gallerie di design.
 
La formula vincente che fa incontrare galleristi designer e collezionisti sotto lo stesso tetto punta a creare un polo sinergico anche con Artissima – Internazionale d’Arte contemporanea -  e Club to Club – International Festival of Avant-garde and Pop – generando un flusso di visitatori e interessi eterogenei accomunati dalla ricerca e dalla creatività più pura. Ad Alice Stori Liechtenstein, curatrice scelta per quest’anno, abbiamo rivolto un paio di domande per capire meglio l’intento di questa edizione:
 
Il titolo di questa edizione è 'why deisgn', una domanda o un affermazione? 
È un’affermazione: il design ha un ruolo importante perché un oggetto non è mai solamente un oggetto. Può avere uno scopo, può essere attraente, può essere un utensile o un manufatto, può essere progettato bene o male. Ma, prima di tutto, un oggetto è messaggero di significato.

Qual'è la vera sfida del design contemporaneo?
Crescere in termini di rilevanza culturale ed essere sempre più espressione di valori contemporanei. E poi deve acquistare un valore etico - non è più forma e funzione, ma estetica ed etica.



invia ad un amico