x
L'app di Fashion Files sarà disponibile a breve, compatibile sia su piattaforma IOS che Android.
x
Ti piacciono la moda, il cinema, il design e le nuove tendenze?

Se vuoi far parte del nostro team, condividere con noi il tuo talento, le tue esperienze e i tuoi progetti scrivici a: info@ideamoon.it







Digital design days volume 3

Dal 16 al 18 Marzo porte aperte per l’evento clou della digital week...

Uno strepitoso Andy Nyman

Sorprendenti 'Ghost Stories'

Coccole & Shopping

A Castel Romano Designer Outlet per una speciale shopping experience

Scatti di Cinema & Moda a Firenze

Vernissage glamour e grande successo per la mostra fotografica durante Pitti Immagine 2018

Apre le porte Food Bunker

Un innovativo polo gastonomico

TAMMY E IL BENESSERE DEL SONNO

Il materasso ha un new look ed è tutto Made in Italy

Kipling spegne 30 candeline

Sul mercato una capsule dal mood anni ’90…

Hermès apre Silk Milk

Il temporary shop dove la seta incontra il vinile…

Design SOFT & STRONG

Il Design è Double face

Etzy passa al 3D

Il marketplace americano sconfina nel mondo ‘reale’…

Linecheck Festival invade a Milano

Dal 21 al 26 Novembre…

Torna a Milano il Photo Vogue Festival

Quando gli abiti parlano (anche) di politica...

“La bellezza è il risultato, l’uomo è l’incipit”

Intervista a Paolo Rizzatto, l’Architetto che ha regalato a Milano la nuova darsena...

Tiffany apre per colazione

Ecco il blue Box cafè nel flagshipstore di NYC…

Lapo Elkann e Garage Italia Customs inaugurano una nuova sede

L’officina delle meraviglie apre a Milano…

Gufram e Fabio Novembre celebrano el dìa de los muertos

Una nuova edizione limitata di Jolly Roger...

Al via 'CINEMA IN PIAZZA'


Il Piccolo Cinema America, “esule” da piazza San Cosimato, torna ad animare di luce e di vita le notti estive romane con il proprio progetto, oggi diffuso nella città di Roma: “Il Cinema in Piazza”, organizzato grazie alla partnership istituzionale di Regione Lazio, Osservatorio regionale per la Legalità e la Sicurezza e l’Ente regionale RomaNatura, con i main sponsor SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e BNL Gruppo BNP Paribas, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e SIAE nell’ambito dell’iniziativa “SILLUMINA – Copia privata per i giovani e per la cultura”, con il supporto di IPAB – OPERA PIA ASILO SAVOIA e con il patrocinio del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, della Camera di Commercio di Roma e del Municipio Roma I Centro.

Dopo tre anni di “Festival Trastevere”, che ha visto una straordinaria partecipazione alle serate di cinema all’aperto con la presenza di 80.000 spettatori solo nell’edizione 2017, trasformando piazza San Cosimato in una palestra di relazioni sociali e di sperimentazione culturale, l’obiettivo è confermare e migliorare il “modello San Cosimato”, esportandolo in tre nuovi luoghi della città che, attraversandola dal centro alla periferia, entrano in comunicazione tra loro generando sinergie, scambi e nuove relazioni.

Senza abbandonare il centro storico, le iniziative cinematografiche a ingresso gratuito si terranno: sotto le stelle di Trastevere, nel cortile del Liceo S.S. “J.F. Kennedy” (1 giugno - 1 agosto), sotto il cielo di Tor Sapienza, nel Parco del Casale della Cervelletta (9 giugno - 29 luglio) e davanti al mare di Ostia, presso il Porto Turistico di Roma (11 giugno - 8 settembre). Tre arene e tre luoghi della città per un totale di 201 serate di proiezioni con 190 film, maratone notturne fino all’alba, dibattiti con registi, attori e sceneggiatori, retrospettive, grandi classici del patrimonio nazionale e internazionale, nonché film dedicati ai più piccoli.

La manifestazione, nel promuovere il linguaggio dell’audiovisivo con un’ampia programmazione, capace di attrarre un pubblico eterogeneo, ripropone il patrimonio storico cinematografico, diffonde le produzioni dei giovani autori, rilancia il rapporto tra il grande schermo e la città tutta; restituisce al cinema il suo ruolo civile nel mettere in relazione e in dialogo continuo le tre “piazze”, così diverse e distanti, oggi tutte luogo di incontro e di crescita socio-culturale; stimola il pubblico a farsi non solo spettatore ma attore consapevole grazie anche al confronto diretto con gli ospiti partecipanti.

Una sfida logistica e organizzativa mai realizzata prima dall’associazione: 8200 mq di superficie, 3 schermi di 12 metri x 8 metri. Non casuale la scelta dei luoghi, che intende superare il dualismo tra centro e periferia: una scuola pubblica che ha messo a disposizione il proprio cortile all’interno di un più ampio e innovativo progetto didattico- educativo; il Porto Turistico di Roma sottoposto da luglio 2016 a sequestro preventivo e gestito dal Tribunale di Roma – Sezione Misure di Prevenzione, attraverso un amministratore giudiziario per ripristinarne la legalità e dare vita a un progetto di rilancio; il Parco Casale della Cervelletta gestito dall’Ente regionale RomaNatura, un’area verde di importanza storica da rigenerare per valorizzare il tessuto urbano della città.

“Dalla periferia siamo partiti e in periferia torniamo. Chi ci è nato e cresciuto, come quasi tutti noi, lo sa. Sa cosa significa macinare chilometri sui mezzi pubblici per raggiungere una libreria, un cinema, un teatro, un museo, o, più banalmente, un posto dove incontrarsi la sera con gli amici. E sa cosa significa sentirsi stretti in un quartiere tanto grande e popolato, eppure così povero di socialità e di cultura. Così anche noi abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e sostituire al vuoto e al silenzio la partecipazione. 

In particolare alla grande Arena dell Porto Turistico di Roma il proiettore si accenderà l’11 giugno con un omaggio a Pietro Germi di Carlo Verdone che introdurrà “Divorzio all’italiana”. Mentre il 4 Luglio sarà la volta di Luca Guadagnino che presenterà “L’impero dei Sensi” di Nagisa Ōshima. E poi via al calendario delle retrospettive su Federico Fellini, Tim Burton, Sofia Coppola

per concludere con Quentin Tarantino. Fra gli organizzatori Andrea Cicini, Responsabile Sport, Entertainment e Special Event per il Porto di Roma ci spiega: " Tra le novità ogni venerdì l’appuntamento per i più piccoli con film Disney e Pixar, mentre il sabato è dedicato ai dibattiti. In programma nomi blasonati: l’incontro con il maestro e direttore d’orchestra Franco Micalizzi e l’opera “Lo chiamavano trinità”, con Claudio Amendola per “Il permesso – 48 ore fuori”, con Riccardo Scamarcio per “Il caso Mattei” di Francesco Rosi. Luca Zingaretti omaggerà invece Michael Cimino con “Il cacciatore”, Gianni Zanasi proporrà al pubblico “Non Pensarci”, Claudio Bisio introdurrà “Si può fare”, Ivan Cotroneo e Luca Bigazzi presenteranno “Un Bacio”, Andrea Molaioli e il cast incontreranno il pubblico per “SLAM – Tutto per una Ragazza” e Ferzan Özpetek introdurrà la sua opera prima “Il bagno turco”. In attesa della pubblicazione del programma di agosto, un’anticipazione: il 10, sotto le stelle cadenti del litorale, l’omaggio andrà ai fratelli Taviani con la proiezione de “La notte di San Lorenzo”, introdotta da Nicola Piovani e Claudio Bigagli.

Nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – L’alba del cinema”, a Tor Sapienza e Ostia ci sarà l’occasione di vedere sul grande schermo anche le opere di sedici autori under 35, da Matteo Rovere a Irene Dionisio, che saranno presenti per il consueto incontro con il pubblico. Il cinema unisce! 

Tutti i titoli in programma saranno proiettati in versione originale con sottotitoli in italiano, ad esclusione dei classici Disney e dei film di Miyazaki.

“Vogliamo che questo progetto dia vita a luoghi in cui trovino cittadinanza diverse idee di città e nuove espressioni culturali, dove ci si possa porre delle domande attraverso le quali costruire nuove prospettive, dove si possa discutere e riflettere sul futuro delle città, sul ruolo delle sale e dell’esercizio cinematografico, sulle politiche sociali, culturali e giovanili, sull’integrazione e l’inclusione, sulla lotta alla criminalità, sulle periferie urbane dentro e ai margini delle città. Questa è la nostra idea di attività culturale e sociale, capace di stimolare la riflessione sul ruolo stesso della cultura nel processo di crescita educativa, formativa e lavorativa dei giovani, fondata su una progettualità partecipata, attenta alle esigenze di tutti, su un “conoscere facendo” i cui frutti crescano nel tempo” concludono i ragazzi riuniti da quattro anni nell’associazione Piccolo Cinema America.

 



invia ad un amico